Chi abita in un appartamento o in una casa dove manca lo spazio per allestire una piccola oasi verde, può sfruttare le pareti esterne e creare un giardino verticale. Un’idea green perfetta anche per decorare in modo inedito ed esclusivo gli ambienti domestici, aziendali, professionali, bar, negozi e hotel.

Cos’è un Giardino Verticale?

Il giardino verticale è una struttura ideata per far radicare e crescere le piante, dotata di un impianto di irrigazione programmato.

Fissata alla parete viene completata con piante rampicanti, tappezzanti o di piccole dimensioni, sempreverdi e fiorite, che possano regalare in ogni periodo dell’anno una scenografia piacevole ed elegante In particolare, la struttura dei giardini verticali comprende dei pannelli su cui viene steso un tessuto tecnico, che rappresenta il substrato inorganico dove le piante si radicano e crescono senza aver bisogno di terriccio, ma con dei micro-sistemi di irrigazione e fertilizzazione automatizzati, che ne consentono la coltivazione e il mantenimento.
Tale struttura è fissata al muro a qualche centimetro di distanza garantendo la giusta ventilazione ed evitando infiltrazioni d’acqua.

giardini verticali costi

Vantaggi del Giardino Verticale

Ideale per creare delle aree verdi gli spazi abitativi, il giardino verticale permette di sfruttare le facciate esterne di edifici e dare vita a zone verdi accoglienti e belle da vedere.
Le piante inserite nella struttura assorbono l’anidride carbonica e i raggi dannosi del sole, proteggono dallo smog, purificano l’aria e aiutano a evitare dispersioni di calore, favorendo il risparmio energetico. Inoltre, la struttura è ideata per favorire il naturale ricambio di aria e non compromettere la parete.

Come Progettare un Giardino Verticale?

Il giardino verticale deve essere attentamente progettato e la scelta delle piante deve essere fatta tenendo conto del contesto ambientale o climatico dove si trova l’edificio.

Un’operazione che è consigliabile affidare a giardinieri professionisti che possano selezionare specie vegetali resistenti e che possano adattarsi al tipo di esposizione solare, illuminazione naturale e areazione che caratterizza la zona dove si intende posizionare la struttura.

Una volta individuate le essenze vegetali, si deve considerare il loro fabbisogno idrico e la tipologia d’impianto e substrato da impiegare per coltivarle. Per la progettazione dei giardini e la loro realizzazione ci si può affidare a pratorotoli.it, l’azienda è specializzata nella produzione di prati e tappeti erbosi e alla loro manutenzione, che possono essere utilizzati per allestire la base dei giardini verticali.

Come Scegliere le Piante del Giardino Verticale?

Secondo l’effetto che si vuole ottenere, il giardino verticale può essere composto da piante rampicanti, che crescendo possono ricoprire in modo naturale la parete. In alternativa si possono usare quelle decombenti, che hanno uno sviluppo a cascata.

In questo caso è possibile ricorrere a vasi da collocare in varie zone della struttura, con piante leggere e con radici che non hanno bisogno di spessori elevati di terreno per affondare. Piantine tappezzanti sempreverdi che non richiedono particolari attenzioni sono indicate per avere un giardino verde anche in inverno.

Le piante aromatiche sono quelle che meglio rispondono alle esigenze di un giardino verticale, in quanto con le loro fioriture e profumi possono dare vita a un’area verde multisensoriale, che coinvolge la vista e l’olfatto.