manutenzione prato a rotoli

Il prato rotoli è l’ideale per creare uno spazio esterno verdeggiante, compatto e raffinato. Tuttavia di fondamentale importanza è la cura e manutenzione prato periodica, volta a massimizzare il risultato. Seguendo quindi dei semplici passaggi si può ottenere un prato perfetto e senza antiestetiche erbacce infestanti.

Buona Manutenzione Prato a Rotoli = Crescita Rigogliosa

Il prato a rotoli è la soluzione ideale per allestire un contesto verdeggiante in breve tempo e di grande effetto, anche se può impiegare fino a diciotto mesi per sviluppare un apparato radicale soddisfacente.

Premesso ciò, va altresì aggiunto che durante questo periodo è necessario annaffiarlo, fertilizzarlo e falciarlo delicatamente fino a quando non cresce sano e rigoglioso.

manutenzione tappeto erboso
Manutenzione del tappeto erboso: rimozione delle foglie

Ci sono inoltre vari fattori che accorciano ulteriormente la vita del manto erboso come ad esempio temperature elevate, luce solare diretta (o la totale mancanza) e troppa acqua.

Da ciò si evince che per prolungare la vita dei rotoli del tappeto erboso, è importante preparare adeguatamente il suolo e attenersi alle disposizioni del brand fornitore.

Come Conservarlo al Meglio

Se non si riesce a far posare il tappeto erboso non appena viene consegnato, è importante sapere che alcuni suggerimenti sono indispensabili da seguire poiché aiuteranno a sortire l’effetto desiderato e a prolungarne la durata. Per una corretta conservazione di un prato a rotoli, in primo luogo va detto che questi preziosi tappeti vanno tenuti lontano dalla luce solare diretta che aiuterà a mantenere bassa la temperatura e di conseguenza ne rallenterà il processo di compostaggio.

In secondo luogo per fare in modo che la posa avvenga correttamente, bisogna impilarli lasciando un minimo di spazio tra loro allo scopo di aumentare il flusso d’aria. Inoltre è importante aggiungere che il manto erboso va acquistato solo da un’azienda di fiducia esperta del settore. Queste sono quindi le operazioni primarie per ottenere l’effetto desiderato quando si opta per l’allestimento di un contesto verdeggiante con il prato a rotoli.

 

Cura del Prato: Come Affrontarla?

La prima importante cura per un prato a rotoli è quella legata alla posa; infatti, bisogna appoggiare i vari pezzi di tappeto erboso su un terreno bagnato e adeguatamente preparato, dopodiché si procede con un’innaffiatura preliminare per compattarlo tra le giunture e a cui ne faranno poi seguito delle altre giornalmente.

In estate specie se il caldo è eccessivo, è tuttavia fondamentale procedere ad un’innaffiatura supplementare soprattutto nel periodo in cui l’apparato radicale sta per attecchire al suolo.

E' sconsigliato camminare sul prato appena posato

Dei consigli ulteriori sono tra l’altro quelli di evitare di camminare sul nuovo prato per circa sei settimane dopo la posa, e di essere molto delicati in occasione del primo taglio procedendo nel contempo a raccoglierne i residui.

A margine va altresì aggiunto che per ottimizzare la resa del prato a rotoli e garantire longevità, è opportuno utilizzare un fertilizzante specifico ideale per nutrirlo, tenendo però presente che tale operazione va fatta solo dopo che il prato stesso è stato posato e per almeno 6 settimane.

 

Rimozione Erbacce o Detriti

Rastrellare regolarmente le foglie cadute dagli alberi circostanti il contesto verdeggiante appena creato è importante poiché serve ad evitare che marciscano e causino la morte dell’erba. Inoltre è vivamente consigliabile rimuovere erbacce, e muschio dal prato a rotoli; infatti, questi elementi possono impedirne la crescita, bloccare l’aria e privare le radici di importanti sostanze nutritive.

Le erbacce del prato del resto possono crescere come semi e fiori e in un’ampia varietà molto comune nei prati. L’opzione più semplice per evitare ciò consiste nell’estrarre l’intera erba (radici comprese), e questa operazione può essere fatta a mano o con uno strumento. Tuttavia se è presente in grande quantità, conviene spruzzare la superficie interessata con un erbicida a bassa tossicità.

Fase Finale di Cura e Manutenzione Prato a Rotoli: Assicura il miglior drenaggio

I prati a rotoli con scarso drenaggio spesso diventano impregnati d’acqua per ore o addirittura giorni. Questo può portare ad altre complicazioni per la loro salute se non viene migliorato. Le due cause più comuni dell’accumulo di acqua sono l’incapacità del suolo di assorbirla e la forma del prato stesso. In riferimento a quest’ultima, è infatti importante sottolineare che dovrebbe naturalmente allontanare l’acqua con una pendenza bassa e piana.

Eventuali avvallamenti vanno tuttavia evitati poiché possono consentire all’acqua di raggrupparsi in un punto il che comporta un anomalo ristagno con il conseguente danneggiamento delle radici. Di pari passo con il drenaggio, è opportuno assicurare al prato a rotoli una buona areazione; infatti, questo processo consente una migliore penetrazione di aria e acqua nella zona delle radici dell’erba, essenziale per ottenere i giusti nutrienti per farla crescere. L’aerazione in genere viene eseguita creando piccoli fori nel suolo utilizzando una forca o delle scarpe chiodate.